Il cibo per aiutare chi soffre. La FIMAR partecipa all’evento di beneficenza “Con il Cuore nel Piatto”

La FIMAR ha preso parte ieri a “Con il Cuore nel Piatto”, l’evento di beneficenza che da ben cinque anni raduna chef e ristoratori del territorio laziale per raccogliere fondi ed aiutare chi soffre di gravi patologie.

È stata la nostra associata Anna Facchini, responsabile del biologico in FIMAR, a partecipare a questa importante iniziativa dell'omonima associazione nata per volontà di Laura Marciani, (nella prima foto al centro tra Anna Facchini ed il giornalista Daniel Della Seta), chef del "Ristorante degli Angeli" a Magliano Sabina, in provincia di Rieti.

Davide del Duca, Roberto Campitelli, Marco Claroni, Michele Papagno e tantissimi altri cuochi si sono dati appuntamento nel relais della famiglia Marciani per mettere le mani in pasta e realizzare con il cuore piatti gustosi e ricercati con alcuni dei prodotti orgoglio del nostro territorio locale.

Oltre al buon cibo, gli ospiti hanno potuto ammirare le dimostrazioni di Angela Fiorini del pastificio “Meraviglie in Pasta”, che ha preparato dal vivo ravioli, tagliatelle e tante altre specialità, accompagnata da Simona Cognoli, titolare della boutique "Oleonauta” che ha sapientemente abbinato ad ogni piatto il migliore extravergine.

Insieme agli chef sono stati tanti gli artisti che hanno animato la serata, dal sassofonista Tiziano Matera che ha aperto le danze a ritmo di jazz, all'attore Corrado Oddi che ha recitato Belli e Trilussa, senza dimenticare il maestro Pericle Odierna, al pianoforte, e la musica travolgente del dj Ivan Cap. Presente anche il mondo dell'arte, con le stampe d'autore di SLURP dedicate al food e Arianna Greco che ha realizzato una pittura con il vino, a conferma del profondo legame che da sempre unisce l'arte alla tavola.

Novità assoluta è stata l’assegnazione del premio “Con il Cuore nel Piatto”, un riconoscimento speciale ad un cuoco speciale. A riceverlo per prima è stata la chef  Velia De Santis.

Il ricavato della scorsa edizione è servito all’acquisto di un Ecografo, ora in funzione nel reparto della NeMO (Neuro Muscolar Omnicentre) presso il policlinico Agostino Gemelli di Roma. Anche quest’anno l’incasso sarà devoluto al Centro Clinico NeMO, specializzato nella cura di patologie come la Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA), distrofie muscolari e Atrofia Muscolare Spinale (SMA), malattie che oggi colpiscono circa 40.000 persone in tutto il Paese.

 

 

AUTORE: Maria Lucia Panucci

Professione: giornalista professionista
Carica FIMAR: socio sostenitore e addetta alla comunicazione FIMAR
Incarico: realizzare interviste video ai manager associati

SCOPRI DI PIU'